Creare un Sito Web Aziendale

Come creare un sito web aziendale professionale

Per creare un sito aziendale web professionale al giorno d’oggi non servono competenze informatiche particolari.

Costruire un sito internet da zero non è quindi necessario rivolgersi ad un professionista o affidarsi ad un’agenzia, che verrebbero a costarti qualche migliaio di euro.

Fortunatamente, rispetto agli anni passati ci sono dei servizi che con pochi click permettono di avviare in piena autonomia un sito web personale, aziendale e, addirittura un e-commerce.

A questo punto la domanda che sorge è ovvia.

Quanto costa creare un sito web aziendale?

Dipende dal servizio, dalla quantità di contenuti, dal traffico generato dal sito stesso e dai servizi aggiunti richiesti. I costi per un sito web aziendale medio di norma vanno dai 40 ai 300 Euro l’anno. 

Come scegliere il servizio per costruire un sito web?

Per quanto riguarda la scelta della piattaforma che ospiterà il sito web, se si esegue una ricerca in internet si troveranno decine di servizi con prezzi molti differenti tra di loro.

Se non si hanno particolari conoscenze di programmazione è bene affidarsi a delle piattaforme semplici ed intuitive che permettono di costruire degli ottimi siti professionali con dei facili “drag and drop”.

Sito web Aziendale WordPress

Il software più utilizzato al mondo è WordPress, ed è quello che utilizzo normalmente per i miei siti web.

Un’importante premessa: da non confondere wordpress.org con wordpress.com!

WordPress.org è il sito da cui si è possibile scaricare il software WordPress ed installarlo su quasi tutti gli Hosting (gli spazi server su cui sono ospitati i file). Il software WordPress è altamente personalizzabile, si possono installare plugin e temi senza nessuna restrizione.

WordPress.com è un hosting per WordPress dove è sufficiente registrarsi per ottenere il proprio sito già impostato e pronto all’uso, ma con molti limiti sbloccabili solamente attraverso degli abbonamenti mensili. La scelta migliore, perciò, ricadrà senza dubbio su wordpress.org.

L’unica perplessità che potrebbe sorgere è giustificata dal fatto che non tutti non sono in grado, o disposti, a prendersi il tempo di imparare a scaricare per installare il software di WordPress su un server. Niente paura, fortunatamente molti servizi di hosting offrono la possibilità di acquistare i loro servizi con WordPress preinstallato o addirittura gestito. Optare per un servizio di hosting WordPress preinstallato ha delle tariffe molto vantaggiose rispetto a un WordPress gestito e addirittura non si discostano nemmeno da quelle del solo servizio di hosting con dominio compreso (solo il dominio .com o .it ha un costo annuo di circa 10 euro o anche meno).

Alternative a WordPress per sito aziendale

Ci sono comunque delle valide alternative a WordPress, nonostante questo rimanga la scelta numero uno. Queste, non sono altro che piattaforme denominate “Sitebuilder” (costruttori di siti).  Tra le più famose ci sono: VEVS, Weebly, Shopify e il già citato WordPress.com. Per Approfondire vedere l’articolo dedicato: “Miglior programma per creare siti web

Tutti i  Sitebuilder permettono di creare gratuitamente il vostro sito, ospitato sul loro server. Questa potrebbe essere un’ottima soluzione per chi non ha la minima idea di come si crei un sito web. Avrete la possibilità di creare un sito a costo zero e in maniera estremamente facile. Per iniziare con queste piattaforme è sufficiente scegliere il nome del proprio sito web, che diverrà di terzo livello, per esempio un sito fatto con Weebly si chiamerà “www.nomesito.weebly.com”. Ovviamente un dominio di terzo livello non darà un’immagine professionale e non sarà mai ben posizionato sui motori di ricerca. Sarà quindi possibile acquistare un dominio di  secondo livello attraverso l’hosting di Weebly (per esempio “nomesito.com”) per lanciare il vostro sito sulla rete!  

Migliori Hosting WordPress (aggiornati settembre 2020)

Hosting WordPress ce ne sono a decine, con prezzi molto differenti fra di loro in base ai servizi offerti. Spesso troviamo servizi di hosting molto pubblicizzati che offrono pacchetti base economici, ma che necessitano un upgrade nel breve periodo perché il vostro sito richiederà più risorse, quindi andrete a spendere molto di più del preventivato. Viceversa, si trovano diversi servizi di hosting economici, ma con basse prestazioni, in primis i server troppo lenti che renderanno lenta la navigazione del sito. La lentezza di un sito è uno dei principali fattori di penalizzazione da parte dei motori di ricerca; in più peggiorano l’esperienza di navigazione degli utenti e potenziali clienti.

Dopo un’attenta valutazione tra i principali ed i meno famosi hosting WordPress ci sentiamo di suggerirne alcuni con un rapporto prezzo/servizio più che buono.

Vhosting, Kinsta e Cloud Wais. Tutti questi hanno dei piani con WordPress preinstallato, quindi l’utente, una volta registrato, ha già pronto un sito WordPress da utilizzare. Vhosting è un servizio italiano, affidabile ed economico; tra i tre citati è sicuramente il migliore.  Per maggiori informazioni su questi servizi hosting si rimanda all’articolo dedicato: Migliori Hosting WordPress

Scelta del dominio per un sito web aziendale

Dopo aver scelto il servizio da utilizzare per creare il sito web aziendale è necessario dare un nome al proprio sito. Sarà anche necessario scegliere quale sarà il dominio di primo livello, per esempio: .com .it . org .net ,ecc.

Quale dominio di primo livello scegliere per un sito aziendale? In realtà la differenza è minima. Diciamo che un dominio di primo livello .com (“com” sta per commerciale) è rivolto ad un pubblico internazionale, mentre se ci si rivolge principalmente ad un pubblico nazionale è preferibile il dominio .it (nel caso ci si rivolga a chi risiede sul territorio italiano).

Un dominio .it, a parità di “ranking” (punteggio che un motore di ricerca assegna ad un sito per posizionarlo) avrà la priorità rispetto ad un .com, se ci si rivolge ad un pubblico italiano con un sito in lingua italiana, viceversa se un sito è in lingua inglese, avrà priorità un .com.

Come è facilmente intuibile, un dominio di primo livello .com e .it per l’Italia, piuttosto che .de per la Germania o .fr per la Francia, saranno da preferire ai vari .net, .org, ecc.

Un’eccezione va fatta se un sito si rivolge ad un organizzazione “No Profit”, il dominio .org sarà quello da preferire perché è stato creato proprio per quello scopo.

Perché è importante avere un sito web aziendale?

Un sito web è oramai diventato uno strumento indispensabile per dar visibilità ad un’azienda. Attraverso un sito gli utenti possono conoscere in modo più approfondito un’azienda e i suoi prodotti (o servizi), nonché chiedere direttamente informazioni. In pratica, un sito web aziendale, offre una fonte pubblicitaria di ampia portata e a basso costo.

Le aziende, attraverso un sito web, aumentano quindi la credibilità e hanno a disposizione uno strumento per vincere la concorrenza.

Con un sito web, le aziende hanno la massima libertà di promuovere il proprio marchio e sviluppare una reputazione forte a livello mondiale, cosicché i potenziali clienti potranno fare delle ricerche su internet e trovare molte recensioni positive sui prodotti o servizi offerti.

Lascia un commento